FORGOT YOUR DETAILS?

La Relazione Morale del Presidente Stella

by / / Archivio, avviso pubblico, Blog

Post di Gaetano Lanza

Mi sono sempre chiesto perché si chiama “morale”. Forse perché alla fine si trae la “morale” ? O forse perché in origine e poi per estensione si riferiva e si riferisce ad un ente morale ? Dalla Treccani “morale agg. e s. f. e m. [dal lat. moralis, der. di mos moris «costume», coniato da Cicerone per calco del gr. ἠϑικός, der. di ἦϑος: v. ethos, etico1, etica]. –  Relativo ai costumi, cioè al vivere pratico, in quanto comporta una scelta consapevole tra azioni ugualmente possibili, ma alle quali compete o si attribuisce valore diverso o opposto (bene e male, giusto e ingiusto); senso m., la capacità di distinguere ciò che è bene da ciò che è male, ritenuta presente in misura maggiore o minore in ogni uomo, innata oppure acquisita con l’educazione e l’esperienza…..”.

In ogni caso si riferisce alla relazione che di solito una volta all’anno il Presidente di un ente riporta tracciando un bilancio e indicando la rotta da seguire.

E’ quello che ha fatto il nostro Presidente all’Assemblea dei Soci a Bologna il 25 ottobre, e qui alleghiamo le slides, anche e soprattutto per i Soci che non erano presenti all’Assemblea.

Assemblea 2017-Relazione Morale del Presidente

La Relazione è iniziata con i ringraziamenti intanto ai Soci presenti, tutti in regola e davvero numerosi. L’appuntamento era importante. Bisognava modificare lo statuto, in presenza del notaio che ha verbalizzato, per predisporre la domanda di iscrizione nell’Elenco delle società scientifiche del Ministero.  I ringraziamenti poi a tutti i congressisti. Un grazie al Direttivo, al Past Presidente e all’Incoming, ai due Presidenti dei Collegi (coi quali ottima si é dimostrata la sinergia), ai Comitati, allo staff di Conor e alle Aziende.

Alcune cifre del Congresso. 966 Congressisti di cui 613 Iscritti, 203 membri della Faculty, 150 Specialists di Aziende, 36 Aziende di cui Major,  34 Sessioni Scientifiche di cui 7 Congiunte con altre Società Scientifiche,  151 Relazioni, 11 Sessioni di Comunicazioni per 103 Comunicazioni, 59 Poster selezionati e presentati a Concorso,  66 Poster Cartacei esposti.

La situazione Soci. Cinquantatre nuovi Soci iscritti quest’anno (finora), ai quali diamo il nostro caloroso benvenuto. Tra quelli in regola e quelli che si metteranno in regola siamo a quota 729. Abbiamo nel nostro data base 1.027 Soci compresi i 22 Soci Onorari e i morosi. Non male.

Sono state avviate diverse iniziative quest’anno. Tra queste il Presidente ha ricordato il rinnovamento e le nuove performance del web istituzionale – sicve.it-, che avrà sempre più importanza nella vita sociale, come del resto viene esplicitato nel Decreto Ministeriale per l’iscrizione nell’elenco delle società scientifiche, il rilancio in atto del Registro (SICVEREG), il Concorso Caso Clinico del Mese tramite il web, e soprattutto il Questionario sullo Stato dell’Arte della Chirurgia Vascolare Endovascolare in Italia. Su questo punto il Presidente ha presentato i dati principali (vedi slide allegate sopra) molto interessanti, ricavati da 53 Questionari pervenuti alla Segreteria. Si stima che siano la metà circa di quelli che dovrebbero pervenire, essendo più di 100 i centri di chirurgia vascolare in Italia. Ma questi  53 questionari già offrono una fotografia abbastanza realistica, per quanto siano su base volontaristica. E’ senz’altro questa un’iniziativa da portare avanti e da inquadrare in quel progetto più ampio da perseguire nei prossimi mesi e anni e auspicato da tempo nelle precedenti Presidenze: la messa in rete dei centri sul territorio nazionale.

E per ultimo, ma non ultimo, l’argomento principe: le modifiche di statuto, fatte alla presenza del Notaio, minime necessarie per adeguarsi ai parametri dettati dal Decreto Ministeriale del 2 agosto scorso che prevede l’iscrizione nell’elenco nazionale delle società scientifiche. Il Presidente ha ribadito ciò che in varie sedute in Consiglio Direttivo è stato oggetto e punto di attenzione oltre che di confronto sereno e costruttivo con i Presidenti dei due Collegi, vale a dire l’opportunità di interrogarsi e riflettere ad ampio raggio sul futuro della Società in un mondo che cambia vertiginosamente e quindi sulle modifiche più sostanziali e strutturali da apportare allo statuto che deve allinearsi e permettere il cambiamento verso una più ampia democrazia e rappresentanza partecipativa negli organi e comitati di coordinamento. Quindi l’annuncio di una Assemblea Straordinaria da tenersi entro fine anno sul tema idee e proposte per il rinnovamento.

Gli applausi non erano formali.

A proposito di “morale”. Scriveva Mark Twain: “Fai sempre ciò che è giusto. Accontenterai la metà del genere umano e stupirai l’altra metà”.

TOP });