FORGOT YOUR DETAILS?

NICE UK, NICE italiano e real-world data. Post di Gaetano Lanza.

by / / Blog

In UK il NICE (National Institute for Health and Care Excellence), nice.org.uk, che quest’anno spegne la sua ventesima candelina, ricordiamolo, é un’organizzazione indipendente nata per produrre linee guida per il sistema sanitario nazionale britannico (cosí si definisce nel suo Statuto) e percorsi diagnostico terapeutici evidence-based sulle principali patologie, tenendo conto delle risorse disponibili, quindi della sostenibilitá delle stesse raccomandazioni emanate. In UK il principio della sostenibilitá delle linee guida e di tutto il sistema sanitario non é certamente secondario ad altri principi guida. Un settore del NICE é dedicato alla valutazione costo-efficacia delle linee guida, delle tecnologie e dei processi socio sanitari. Il NICE si pone quindi autorevolmente come cervello e cuore pulsante del sistema sanitario di oltremanica. Lavora in stretta collaborazione con altre agenzie quali NHS England, the Care Quality Commission, Public Health England, NHS Improvement, and Health Education England.

Di recente il NICE ha annunciato l’istituzione di Comitati altrettanto indipendenti dedicati alla valutazione dei cosidetti real-world data, dati del mondo reale, a sostegno e a confronto delle linee guida e dei percorsi che saranno quindi non solo evidence-based ma anche clinical o real-world based. Diciamo noi, per voler onorare i principi di verificabilitá, applicabilitá e sostenibilitá nel mondo reale delle linee guida pubblicate che a loro volta possono essere influenzate dai dati del mondo reale e influenzare il mondo reale in una sorta di “cane che si morde la coda”. In pratica, la creazione di un Osservatorio, un Grande Occhio che osserva e un Grande Orecchio che ascolta (audit) che affiancheranno il Verbo che parla, che sentenzia e che si pronuncia come emanazione della EBM (Evidence Based Medicine) di fine millennio scorso. Quali saranno i siti da esplorare e auscultare, vale a dire le fonti da cui attingere i dati del mondo reale?

  • i dati dai ricoveri ospedalieri (le nostre SDO)
  • i Registri
  • le survey dei Servizi
  • i dati di sorveglianza e questionari di controllo.

In Italia, con un ritardo di circa venti anni su UK, solo di recente é nato il CNEC (Centro Nazionale per l’Eccellenza Clinica), che vuole essere il NICE italiano. Ci voleva la Legge Gelli per farlo partorire. Ma non é detto che il neonato sopravviva. Noi lo speriamo e ce lo auguriamo. Anche perché altrimenti saremo costretti a “rubare” le linee guida del NICE o di qualche altra Agenzia Nazionale o Internazionale che produce linee guida, quando ci serviranno linee guida. Ma é giusto? Qualcuno sostiene (a ragione) che esiste l’Agenzia europea che si chiama ESVS. Meno male che esiste l’ESVS, che potrebbe essere il nostro paracadute, se non ne avremo noi uno fabbricato in Italia con la bandierina bianco rosso e verde.

Ma ammesso che avremo anche noi il nostro bel NICE italiano, quali saranno le fonti dalle quali attingeremo anche noi i nostri real-world data? Dovremo fidarci di Agenas, che non sappiamo ( o meglio sappiamo da dove, dalle SDO) come attinge i dati e quali dati attinge.

Un vecchio proverbio dice che fidarsi é bene ma non fidarsi é meglio.

E allora se avessimo anche noi e ci costruissimo anche noi un nostro Osservatorio validato dei nostri real-world data ?

Ma non abbiamo anche noi un nostro Registro ?

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + sedici =

TOP });