FORGOT YOUR DETAILS?

La X Conferenza Nazionale sui Dispositivi Medici

by / / Archivio, avviso pubblico, Blog

Post di Gaetano Lanza

(da una relazione di Maurizio Taurino)

Si è svolta il 18-19 dicembre 2017 la X Conferenza Nazionale sui Dispositivi Medici, di cui alleghiamo il Programma.

X Conferenza Nazionale Dispositivi Medici

L’iniziativa, promossa dal Ministero della Salute, con la partecipazione del Ministro Lorenzin, ha riguardato un aggiornamento su innumerevoli aspetti normativi e gestionali che riguardano l’intero panorama dei Dispositivi Medici, ed è stato seguito da un numerosissimo pubblico proveniente dall’Industria, dalle Amministrazioni Ospedaliere, dai Comitati Etici, dall’Ingegneria Clinica e un gran numero di altri attori.

La SICVE, invitata, per delega del Presidente Andrea Stella, ha partecipato Maurizio Taurino, nella sessione riguardante “SPERIMENTAZIONI CLINICHE: VERSO IL NUOVO REGOLAMENTO”.

Le modifiche al Regolamento sulle Sperimentazioni dei Dispositivi Medici sono state illustrate sia dal Rappresentante del Ministero della Salute che dai Rappresentanti di ASSOBIOMEDICA e di AICRO (Associazione Italiana Contract  Research Organization) e hanno sottolineato l’importanza dell’evidenza clinica, non solo nelle prime fasi della sperimentazione ma anche e soprattutto sull’affidabilità a lungo termine.

Altro punto che i Relatori hanno particolarmente evidenziato è stato quello della velocizzazione e armonizzazione su tutto il territorio nazionale, dove come è noto si osservano comportamenti e procedure profondamente difformi, anche alla luce del fatto che si adotterà un unico DataBase a livello europeo, proprio per uniformare e velocizzare le procedure.

E’ stata questa una delle poche sessioni congressuali in cui era presente un rappresentante di Società Scientifiche. Maurizio Taurino a nome di SICVE ha rivolto un ringraziamento alle Autorità per l’iniziativa e per l’invito e ha sottolineato come il ruolo della nostra, come di altre Società Scientifiche invitate (Radiologia, Ortopedia), possa essere cruciale nello scenario della sperimentazione dei Dispositivi Medici, anche alla luce del ruolo clinico previsto dal nuovo regolamento e dalla recente fase di accreditamento delle Società presso il Ministero. Ha rimarcato inoltre come, in un quadro come quello attuale in cui le sperimentazioni cliniche dei Dispositivi Medici in Italia sono limitate al 15% delle sperimentazioni, la Chirurgia Vascolare Italiana per i risultati che ha raggiunto e per la collocazione che si è conquistata nel panorama Nazionale ed Internazionale può mettere a disposizione risorse umane e strutturali perfettamente in grado di rispondere ai nuovi obiettivi.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × due =

TOP });